2002-2013 second part

Forse la vera ‘svolta’ (in negativo) nell’attività del gruppo arriva nell’autunno 2001:  Daniele si trasferisce a Roma per lavoro; in effetti arriva per tutti il momento delle lauree e del primo lavoro. Dopo breve tempo anche Marco emigra e si stabilisce in Brianza. Inevitabilmente l’attività del gruppo rallenta, essendo difficile dare continuità a prove e concerti. Alcuni si dedicano ad altri progetti, ad esempio Andrea diventa bassista e cantante dei ‘Mr.Baby’, con cui continua una intensa attività live, e inoltre suonerà il basso nel gruppo metal “Night Cloud” con cui registra due album che verranno distribuiti in Giappone, sud America e nord Europa  (in teoria potrebbero esistere degli “Andrea Torello fans club” a Tokio e a Bogotà, ma lui non lo sa ancora).

Ma tornando ai Qirsh, in quegli anni il gruppo non perde i contatti e riesce a organizzare almeno un paio di serate ogni anno, come ad esempio l’appuntamento fisso dell’estate  ‘Punta Aspera Summer Lounge’ a Varazze: importante quello dell’Agosto 2003 in cui si festeggia il decennale di attività del gruppo, a cui sono invitati anche numerosi musicisti che nel corso degli anni avevano occasionalmente dato il loro contributo alla band;  partecipa anche il ‘maestro’ Luca Scherani alle tastiere.  

Nel 2007 c’è un graditissimo ritorno alle origini: alcuni Qirsh ri-incontrano per le strade di Savona Leonardo Digilio, e a tutti viene naturale la domanda “perché non torni a suonare qualche volta..? “ Ed ecco che al ‘Summer lounge’ di quell’estate, dopo una ‘pausa’ di 11 anni, ricompare Leonardo alle tastiere,  questa volta in coabitazione con Pasquale. Da questo momento in poi, i Qirsh virtualmente sono in 6  (occorre dire ‘virtualmente’ perché in alcune occasioni, per motivi lavorativi, la band si ritrova a suonare in formazione rimaneggiata con solo 4 o 5 elementi..  lo stesso Pasquale comincia frequenti trasferte di lavoro, e inoltre la sua tastiera viene colpita da un male incurabile; Pasquale si riprenderà dal dolore solo dopo 3 anni.. o meglio, deciderà di ripararla solo dopo 3 anni).  Il ‘summer lounge’ 2008 è interamente acustico ( liuto per Daniele, basso acustico per Andrea, acustica 6 e 12 corde per Michele .. e Leonardo si scopre anche essere un mago della fisarmonica)     

L’evento ‘live’ più importante di questo periodo comunque è il mini tour ‘Alfa live’ del giugno 2010, in cui i Qirsh (per l’occasione in formazione a 4 ) suonano tre serate ad Arese (Milano) in occasione delle celebrazioni per il centenario dell’Alfa Romeo. Di queste 3 giornate, il momento più originale è forse il ‘live’ pomeridiano all’interno del museo storico dell’Alfa, con gli amplificatori incastrati tra le turbine avio.  All’Alfa live fa la sua comparsa la nuova batteria elettronica di Marco.. sicuramente più facile da trasportare!

Altro mini tour ‘padano’ l’estate successiva, con un esibizione all’area feste di  Trecate (Novara) e poi nella cornice agreste del maneggio di Robecco sul Naviglio

00_serigrafia_CD

Dal 2009 comunque l’attenzione dei Qirsh si è spostata sulla realizzazione di un nuovo album, dato che troppo tempo era passato da quel primo lavoro del 1997.  Tra il 2009 e il 2011 vengono così elaborati 9 nuovi brani, di genere che spazia dal rock alternativo al progressive al pop, prestando molta attenzione ad arrangiamenti, suoni, testi.  I lavori vengono lasciati un po’ in sospeso per 2 anni, ma nel 2012 i Qirsh decidono che è il momento di concludere, e in pochi mesi completano le registrazioni (totalmente artigianali) dell’album, che prende il nome di “Sola Andata” , in linea col ‘concept’ generale dell’album.  La sensazione è che questo album meriterà una maggiore fortuna dei lavori precedenti, e una diffusione più in larga scala  (.. con buona pace dei collezionisti!)  

L’album esce per conto dell’etichetta Lizard, ed è disponibile dal 20 dicembre 2013 (..regalo di Natale!). Comincerà la sua promozione e distribuzione a inizio 2014

Uno dei brani viene presentato in anteprima al concorso nazionale ‘Rassegna di musica diversa – omaggio a Demetrio Stratos’  

I Qirsh sono insieme dal 1993, quasi un record se paragonato alle molte altre band giovanili, o talvolta anche alle band più famose, che si perdono di vista dopo pochi anni; il segreto è che sono rimasti i 6 amici delle origini anche al di fuori della musica, e soprattutto non si sono mai presi troppo sul serio (e meno male!)  

Resta la consapevolezza che la band durerà ancora molti altri anni, e che ”Sola Andata” rappresenta un’altra svolta, semplicemente l’inizio della vera ‘fase 2’ dei Qirsh  (dato che va di moda nell’era digitale.. chiamiamola “Qirsh 2.0“ )  

******************************************************************************

The real turning point in the activity of the group arrives in the autumn of 2001: Daniele moves to Rome to work. Actually this is the time of graduation and first job for almost all members: after short time also Marco emigrates in Lombardia regiona. The musical activity slows down, it is difficult to give continuity to rehearsals and concerts. Andrea keeps playing bass and singing with another group, ‘Mr.Baby’, followed by Pasquale few years later. Andrea also plays in the metal band “Night Cloud” with whom he recorded two albums that were distributed in Japan, South America and northern Europe (maybe an “Andrea Torello fans club” has been founded in Tokyo or Bogotá, but he is not yet aware) .

 

Coming back to Qirsh, in those years  the members remain in touch each other and they manage to play at least a couple of times every years (for example the annual ‘Punta Aspera Summer Lounge’ in Varazze: the one of August 2003 celebrated the tenth anniversary of the group’s activity)

 

In 2007 there is a nice surprise: some Qirsh meet Leonardo Digilio downtown in Savona, start talking about music, remembering past times and .. at the ‘Summer lounge’ of that summer Leonardo is back on stage playing keyboards,  after a 11 years break. Of course  Leonardo has to ‘share’ the keyboards with Pasquale, so from this moment onwoard the band is virtually made by 6 elements. Let’s say ‘virtually’ because in some occasions, for various reasons, the band have to rearrange the songs to play in 4-5 only,  expecially because Pasquale begins to travel for work but first of all its keyboard is hit by an incurable disease (Pasquale will recover from the pain only after 3 years .. or better, will decide to fix the keyboard only after 3 years). The ‘summer lounge’ 2008 was entirely acoustic (lute,  acoustic bass, 12 strings guitar .. and a small accordion for Leonardo)

 

The most important ‘live’ event of this period, is the mini tour ‘Alfa live’ in June 2010, when  Qirsh (or at least, 4 of them) play three nights in Arese (Milan) for the celebration of the  centenary of Alfa Romeo, the famous car brand. The most original exhibition was the afternoon live inside the Alfa historic museum, between rare old car models and aviation turbines.  At the Alfa live Marco uses for the first time his new electronic drums.. certainly easier to carry!
Another ‘mini tour’ the following summer, with an exhibition at the festival area in Trecate (Novara) and then in the frame of a rural farm and horse riding court of Robecco sul Naviglio
Since 2009, however, Qirsh’s focus is on the making of a new album. Too much time had passed since that first work in 1997. Between 2009 and 2011,  9 new songs are drafted, ranging from alternative rock to pop to progressive, paying close attention to arrangements, sounds, lyrics.  In 2012 the Qirsh decide that it is time to finalize, so in  few months the songs are rearranged and recorded (at home), the album will be named ‘Sola Andata’ ( “One Way”), in line with the overall ‘concept’ of the work.  The national label Lizard records, located in Veneto region, listens to the album, likes it, and decides to publish.  Album is released on 20 december .. Christmas gift!

So.. hopefully this album might have better luck of previous works, and a larger scale distribution.  If not .. again material for collectionists!

 

Qirsh are together since 1993, almost a record if compared with many other young bands, or sometimes even with most famous bands. The secret is that the members were friends even before and beyond music, and they never took themselves too seriously (thanks God)

Surely the band will continue to exist for many more years, and “Sola Andata” might be another turning point, likely not the last one!

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s